mar. Dic 11th, 2018

Brugola. Vite d’artisti

 

«Quella dei Brugola è un’epopea che andrebbe raccontata in un romanzo di mille pagine perché dentro c’è tutto: l’amore, l’industria, il lavoro, la storia italiana, il fascismo, l’antifascismo.
Una grande storia perché unisce tre generazioni, unisce i punti cardinali della storia di questo Paese. L’azienda nasce negli anni ’30 sulla base di un progetto geniale e si afferma nella competizione nel villaggio globale.
Oggi i Brugola non sono solo una famiglia ma sono un eponimo, sono un nome che racconta un intero sistema di pensiero».

Luca Telese

 

Ventinove grammi di acciaio al carbonio, una qualità che non ha mai conosciuto compromessi.
Un piccolo perfetto cuore d’acciaio.
Il suo nome è brugola, scritto con la minuscola, è una vite che ha rivoluzionato il mondo della tecnologia. Con la maiuscola, è il nome di una famiglia: il capostipite Egidio, poi Giannantonio e poi un altro Egidio, detto Jody.
Novantuno anni di vita di un’impresa italiana, orgogliosa di aver sempre lavorato nel suo Paese, per il suo Paese.

La storia di Brugola OEB è stata raccontata in un libro edito dalla casa editrice Aliberti di Reggio Emilia

La pubblicazione del volume ha reso possibile la conferenza di presentazione a Tempo di Libri Milano. Uno degli appuntamenti più importanti dell’editoria italiana.
Luca Telese e Paola Brianti hanno affiancato il Presidente Jody Brugola nel corso dell’incontro con il pubblico meneghino. Ecco il servizio che racconta la giornata (credits: Aliberti Lab – www.alibertilab.it).

Gallery

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *